Formattazione condizionale

samuele agnolin
  • 12 maggio 2017
  • livello: base   3 minuti
formattazione condizionale

La formattazione condizionale di Excel consente di colorare una o più celle sulla base del loro contenuto. Possiamo ad esempio attribuire un colore rosso quando il valore della scorta a magazzino è inferiore ad una certa soglia, possiamo evidenziare i duplicati in un elenco di codici prodotto, possiamo colorare di verde le 10 vendite più alte.

I vantaggi della formattazione condizionale rispetto alla formattazione manuale, effettuata con i comandi del formato carattere, sono 2:
– ci consente di attribuire un particolare formato in maniera veloce (senza dover ordinare o filtrare i dati)
aggiorna automaticamente il formato quando il contenuto delle celle cambia



Come applicare la formattazione condizionale

Esempio pratico: vogliamo attribuire un colore alle celle dove il genere è maschile ed un altro colore dove il genere è femminile.

 1  si selezionano le celle dove si vuole applicare la formattazione
selezionare

 2  scheda Home – Formattazione condizionale – Regole evidenziazione celle… – Uguale a..
formattazione condizionale regole evidenziazione celle

 3  si scrive m (maiuscolo o minuscolo è indifferente)
cella uguale a
 4  si sceglie tra uno dei modelli di formato predefiniti (o si clicca su Personalizzato… per scegliere le caratteristiche di formattazione) e si conferma con OK

Per colorare ora le celle delle donne?

Si ripetono i passaggi precedenti, partendo dal verificare che le celle che ci interessano siano selezionate! Possiamo anche scegliere la voce “Testo contenente…”. Il criterio questa volta sarà “F”.
testo contenente



Gestisci regole: modificare ed eliminare

Come cambiare il colore assegnato? Come capire perché una regola non ci da il risultato sperato?

Prima di continuare l’esplorazione delle tante possibilità della formattazione condizionale di Excel, vediamo subito un comando fondamentale: Gestisti regole.

Questa voce ci porta in una sorta di pannello di controllo delle regole. Da qui possiamo modificare ed eliminare le nostre regole.

Esempio pratico: cambiamo il colore della regola “testo uguale ad F”

 1  ci posizioniamo all’interno della colonna del Genere

 2  scheda Home – Formattazione condizionale – Gestisci regole
gestisci regole
 3  selezioniamo la regola che ci interessa e clicchiamo sul pulsante “Modifica regola…”
elenco regole
 4  nella finestra successiva clicchiamo su Formato e modifichiamo poi a piacere il colore
modifica regola formattazionemodifica pulsante formato

Esploriamo ancora le tante voci che la formattazione condiziona ci mette a disposizione.

Valori duplicati

Esempio pratico: vogliamo colorare i duplicati della colonna “Data nascita”

 1  selezioniamo le celle

 2  scheda Home – Formattazione condizionale – Regole evidenziazione celle… – Valori duplicati…
regole evidenziazione valori duplicati
 3  oltre a “duplicati” sarebbe possibile scegliere anche “valori univoci”
valori duplicati

Tutte le celle con duplicati hanno lo stesso colore. Non aspettiamoci che vengano assegnati colori diversi a ciascun gruppo di duplicati. E’ comunque già questo uno strumento interessante: riusciamo così ad avere un controllo, anche durante la digitazione dei dati di un elenco, sulla reale univocità dei dati inseriti in una determinata colonna

Valori più alti

Esempio pratico: evidenziamo i 5 importi più alti

 1  selezioniamo le celle

 2  scheda Home – Formattazione condizionale – Regole Primi/Ultimi – Primi 10 elementi…
regola primi 10
 3  definiamo il numero dei valori più alti da colorare
formatta celle valori superiori

Barre dei dati

Esempio pratico: evidenziamo gli importi con delle barre orizzontali di lunghezza proporzionale al valore degli importi

 1  selezioniamo le celle

 2  scheda Home – Formattazione condizionale – Barre dei dati

 3  scegliamo il modello che ci sembra più opportuno e confermiamo
barre dei dati

Inserisci un commento